Freeride sulle Dolomiti

29 settembre 2015

Quest’anno grazie alle abbondanti e copiose nevicate la pratica del freeride ( leggi fuoripista) lungo le pendici ed i canali Dolomitici sta garantendo ad un gran numero di appassionati una divertente ed adrenalinica pratica dell’attività.

Grazie all’evoluzione dei materiali da discesa ( sci, scarponi, attacchi ), dei dispositivi di autosoccorso e grazie ad una attenta e meticolosa previsione meteorologica e del pericolo valanghe, quella che, fino a poco tempo fa, era considerata una pratica in cui pochi potevano cimentarsi oggi sta coinvolgendo un gran numero di persone.

La voglia di uscire dal solito schema della pista, la possibilità di cercare linee ancora intatte in neve polverosa, la facilità con cui si può scendere un pendio in fuoripista, senza dover necessariamente affrontare prima metri e metri di dislivello in salita a piedi hanno dato il via alla voglia di freeride (termine azzeccato: libertà) nello sci!

Al giorno d’oggi un gran numero di riders, seguendo il tam-tam sul web o, semplicemente, cercando agenzie che propongo attività di fuoripista, affollano i grandi centri delle Alpi. Qui possono dare libero sfogo alla voglia di divertimento e libertà, sulla neve, che covano dentro di se.

Le Dolomiti stanno aumentando il proprio prestigio invernale, diventando uno dei centri europei di maggior richiamo, per la pratica del freeride. La facilità con cui si ragiungono le discece per il fuoripista, la vastità dell’area e dei posti dove poter sciare, l’ottima qualità dei servizi, stanno dando grande lustro alle valli Dolomitiche.

Non serve essere dei provetti sciatori, molte volte basta affidarsi alle persone giuste (professionisti delle montagna) per realizzare un piccolo sogno che renda una discesa unica e molto free..

 

Vuoi fare freeride?

Se vuoi avere più informazioni sui miei servizi di freeride , compila il modulo di contatto con tutti i tuoi dati o chiamami al numero +39 338 5676100.

Inviando questo modulo, autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del DL196 del 30/06/03, secondo le condizioni riportate in questa informativa.